5 consigli per un post perfetto su Facebook

Un post perfetto su Facebook? Quali potranno mai essere 5 validi consigli ottenere il massimo della visibilità?
Il trend degli investimenti pubblicitari su Facebook è in continua ascesa, ma sono molti che vorrebbero sapere come poter guadagnare visibilità senza ricorrere alle inserzioni , lo sappiamo questo è un risultato a cui molti aspirano.

Ecco allora 5 validi consigli per un post perfetto su Facebook.

Alcuni tra i moltissimi fattori che influenzano il segretissimo algoritmo di Facebook sono noti ma la maggior parte di essi rimane sconosciuta e segretamente celata soprattutto alla concorrenza.

Tra quelli conosciuti ve ne sono alcuni che sono immediatamente individuabili tra cui:
la vicinanza di una persona (in termini digitali si intende; viene valutata in base alla frequenza con cui si apprezzano i suoi post o si scrive sulla sua timeline e si clicca sulle sue foto); la tipologia di post (Facebook mostra più link a chi usa di più i click sul link mentre fa vedere più immagini a chi predilige questo tipo di contenuto); il livello di coinvolgimento generato (post con maggior numero di interazioni ricevono maggiore visibilità); una connessone lenta (Facebook limita il numero ad esempio di video proposti quando il dispositivo dispone di una connessione non abbastanza veloce da consentirne la visualizzazione); la presenza di parole, definite chiave (i termini utilizzati negli stessi commenti indica a facebook la presenza di un post collegato ad un evento importante, come ad esempio può capitare nel caso in cui in un commento si usi la parola “congratulazioni”).

algoritmo post FacebookIn sostanza sono tantissimi i fattori che influenzano un post perfetto su Facebook e la visibilità spontanea di un post rispetto ad un altro. Addirittura molti di questi sono fuori dal nostro controllo e dipendono dal tipo di interazione che generiamo con i nostri utenti.Ultimamente anche il tempo di lettura di un post indica a facebook il livello di gradimento di quel post e in linea generale contenuti più complessi ottengono nei confronti del social maggiore visibilità.

Difficile quindi poter tenere sotto controllo tutti i fattori che possono influenzare l’algoritmo di Facebook anche perché non si conoscono ma tutto è basato sulla supposizione, possiamo però, sulla base dell’esperineza maturata definire 5 consigli del perfetto post su Facebook tratti dal comportamento palese dei post che vengono condivisi.

Cominciamo:

1) Usare i video: in passato pubblicare un’immagine o una foto era la strada che garantiva i migliori risultati per il nostro brand ma oggi sembra non essere più così. Ora il palcoscenico del tipo di contenuto è stato conquistato a pieno titolo dai contenuti Video ottenendo anche a fronte di recenti dati sulle ricerche degli utenti il doppio delle reach rispetto a contenuti fotografici, che si piazzano all’ultimo posto nella classifica dei contenuti visibili.

2) I post brevi ottengono maggiore visibilità e ottengono maggiore possibilità di generare engagement. E dimostrato che il numero di interazioni diminuisce con l’aumentare della lunghezza del post. Apriamo in questo caso una parentesi. Dicevamo pocanzi prima di esporre i 5 consigli, che il tempo di lettura di un contenuto indica un interesse per quel contenuto e tendenzialmente dovrebbe ottenere maggiore visibilità. In questo caso non bisogna confondere la lunghezza di un articolo condiviso da un blog con la lunghezza del post su Facebook. Quando in sostanza accedete ad un contenuto da un post su Facebook il tempo di pemanenza in quell’articolo indicherà a Facebook il livello di interesse. Quindi ricapitolando post Facebook brevi che permettono di accedere a contenuti discretamente lunghi (potremmo addentrarci nei meandri del content marketing) e ben fatti sia in termini di tecniche di scrittura sia in termini di chiavi di ricerca utilizzate (SEO).

3) Parlate di cose attuali: Partiamo da un presupposto. A voi non interessano tutte le persone, ma quelle persone interessate al vostro filone narrativo e associati in qualche modo al brand che volete promuovere. Ogni brand può essere collegato ad un determinato argomento, parlate di quell’argomento in chiave attuale, affrontando una news o una discussione di attualità che riguardi la vostra attività. Potete anche nei vostri post affrontare argomenti apparentemente distaccati dalla vostra attività ma ai quali tenete in particolar modo, trasferendo in questo modo i valori della vostra marca, l’importante è agire in real-time (in tempo reale). Questo approccio sembra essere quello più apprezzato da Facebook e dai suoi utenti.

4) Pubblicate i post in orari meno affollati; al contrario di quanti di voi probabilmente fanno, la cosa migliore è pubblicare il vostro post in orari poco affollati. Quindi meglio prediligere la pausa pranzo, la sera prima di uscire dall’ufficio o la mattina prima di entrarci, anche i week end potrebbero essere momenti da sfruttare per guadagnarsi l’attenzione di, in quel momento pochi, ma che potrebbero a loro volta ottenendo un discreto engagement darvi lo slancio per poter essere visualizzati da molti. Meglio prediligere quindi quei momenti esattamente di poco precedenti al grande afflusso serale o della pausa pranzo. Quindi non dalle 8 alle 18.00 ma meglio se dalle 7 alle 8 o dalle 18.00 alle 20.00.

5) Mantenete le promesse; ogni vostro link che condividete deve portare ad un contenuto di valore che rinforzi la promessa fatta nel titolo del vostro post. Ha poco senso studiare un titolo di effetto e che può suscitare l’interesse del pubblico se poi la promessa viene disattesa. State sicuri che quell’utente non cliccherà una seconda volta sul vostro link. Ma non si tratta solo del giudizio del vostro pubblico, lo stesso facebook ha dichiarato guerra al click-baiting ( ex: “Incredibile non potrai credere ai tuoi occhi quando lo vedrai…”) e statene sicuri, il grande fratello dei social ha già trovato il modo per rilegare i furbetti al limbo sociale.

Speriamo di avervi fornito validi consigli per il vostro prossimo post perfetto su Facebook. Quello da tenere ben presente è che l’algoritmo di Facebook è in continua evoluzione e aggiornamento e inserendo nuovi valori per massimizzare il risultato dell’algoritmo e offrire una navigazione all’interno dei social sempre più esperienziale sulla base dei vostri gusti e delle abitudini.

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo con i tuoi amici o lascia un commento, grazie.