E’ un dato certo, a Google interessano i contenuti.
Se pensate di adottare una strategia di marketing e attirare clienti su internet con un sito di 4 o 5 pagine pagine potete anche abbandonare il vostro obiettivo. E quindi come e quali contenuti dovresti inserire sul tuo sito?

La parola magica è AIUTARE.
Vi è una forte tendenza quasi una moda negli ultimi tempi a raccontare storie aziendali (storytelling), un ritorno al vecchio carosello. Ma il punto è: quanti sono così smaniosi di conoscere le storie della vostra azienda?
Questo magari può valere per una Apple o una Lamborghini o Armani.
Ma allora se raccontare la storia o le imprese della mia azienda è sbagliato quali dovrebbero essere i contenuti da gestire e far vedere sul mio sito o blog.
Diciamo subito che la parola “sbagliato” non è corretta. anche le storie sui tuoi prodotti o la tua azienda possono trovare spazio all’interno dei contenuti del tuo sito, è più opportuno dire che ciò che suscita il maggiore interesse dei vostri utenti e di Google non è quel tipo di contenuto.

Il concetto alla base di tutto è aiutare i tuoi lettori. Sforzarsi di capire le loro esigenze e dare loro qualcosa per cui puoi renderli più forti, magari risolvergli un problema o fargli fare un figurone con il capo dell’azienda.

Il contenuto concepito in questo modo è alla base di una strategia di web marketing o meglio di “INBOUND MARKETING”.

Ma aiutarli come in che cosa? Aiutali a risparmiare tempo, a risparmiare soldi risolvere un problema o migliorare la loro giornata.
Ricorda sempre che al centro non devi mettere la tua azienda e la sua storia ma i tuoi utenti/clienti.

A questo punto starete pensando: come faccio a vendere i miei prodotti se non parlo della mia azienda e dei miei prodotti?
A tal proposito è giusto rinfrescare l’obiettivo di una strategia di web marketing e cioè generare contatti, anche se questo è solo il primo step di una strategia composta di vari passaggi:

Attrarre – Convertire – Chiudere – Fidelizzare

Avrete capito che siamo solo al primo dei quattro passaggi fondamentali.
Lo scopo di un buon contenuto è comunque duplice: da un lato attrarre utenti interessati al vostro argomento il secondo ottenere una buona considerazioni da parte di Google e di conseguenza una buona indicizzazione, ma questo è un altro aspetto di una corretta strategia un po’ più complesso che spetterà al vostro web master o esperto SEO in sinergia con il vostro management.

Per ora soffermiamoci sul contenuto inteso come interesse per i vostri utenti.
Se sarai in grado di condividere con i tuoi utenti interessi comuni e risolverai per loro dei problemi ti ricorderanno in maniera positiva e ti ameranno per sempre.

D’altronde potreste pensarla in questo modo: perché i tuoi utenti dovrebbero comprare dal tuo concorrente dal momento che lui non ha fatto niente per loro?

Si ok ho capito.. ma come posso fare per creare questi contenuti e gestirli?
Non mi stancherò mai di ripeterlo…
La risposta di tutto quanto vi ho pocanzi spiegato è una sola: BLOG…BLOG…BLOG!!
Se pensate che la vostra pagina social possa bastare avete sbagliato metodo o sicuramente non otterrete i risultati che una corretta strategia di web marketing dovrebbe farvi raggiungere.

Un Blog oltre ad essere il tuo contenitore proprietario canalizza gli accessi e gli utenti.
I social potranno servirti per ampliare la tua strategia dare risonanza ai tuoi articoli e contenuti ma rimarranno sempre sui social.

E se il social su cui avete tanto investito dovesse d’un tratto chiudere? Dove andranno tutti i vostri sforzi?… Nel Nulla!!
Oggi Facebook sembra una garanzia per tutti, ma domano cosa può accadere nessuno lo sa.
E’ già accaduto. Ricordate MySpace? Milioni di giovani e band musicali si lanciarono su questo social che sembrava la manna per loro, imbattibile, potentissimo. Eppure un giorno cominciò a scomparire nel silenzio più assordante.

Investire su un Blog proprietario vuol dire aprire un canale di comunicazione personale con i vostri utenti, ed esserne il gestore in toto. Vuol dire poter controllare dati e accessi in libertà e non con le restrizioni imposte da un social.

Un argomento trattato e pubblicato sul Blog e poi condiviso sui social network canalizza invece gli utenti sul tuo sito, se l’utente trova il tuo contenuto interessante e condivide quanto scritto, sarò incuriosito e cercherà di capire chi sei e cosa fai e probabilmente metterà un “mipiace” alla tua pagina Facebook, diventerà un tuo follower su Twitter o metterà il tuo sito nei suoi preferiti perché ha capito che sei un esperto di quel settore che a lui interessa.

Quindi per riassumere ricordate sempre due cose:

1) Se in rete non c’è niente di tuo che risolva i problemi delle persone, gli altri non ti troveranno mai perché Google fornisce risposte e aiuti in base a delle ricerche degli utenti.

2) Google fornisce risposte – a Google interessa il contenuto – se non hai contenuto non hai visibilità.

Questa è solo uno degli aspetti per attrarre i tuoi clienti ma sicuramente il fondamentale e il primo sui basare e sviluppare una corretta strategia di inbound marketing e web marketing!!